post

Centro clinico di psicoterapia “La psicoterapia al centro”

Centro clinico di psicoterapia “La psicoterapia al centro”

Centro clinico come luogo in cui fermarsi

“Psicoterapia al centro” è uno spazio in cui fermarsi e andare al centro delle cose, che sono le emozioni, le relazioni emozionalmente significative, la convivenza nei contesti di lavoro e di vita. Pomerium Onlus si propone come spazio fisico e simbolico in cui avviare un processo di riflessione che si può intraprendere individualmente, in gruppo o all’interno di contesti istituzionali e organizzativi, per recuperare obiettivi, per individuarne di nuovi, per costruire senso e significato nella vita relazionale, sociale e lavorativa.

Centro clinico come spazio in cui occuparsi dei problemi della vita quotidiana

L’associazione Pomerium propone un servizio di psicoterapia rivolto a persone che si confrontano con dei problemi di vita quotidiana come difficoltà lavorative, conflitti nei rapporti, problemi di coppia, ecc. Eventi critici vissuti spesso in solitudine e che possono presentarsi come stati d’ansia, depressivi, oppure condizioni di stress, paure, pensieri fissi, ecc. Aspetti della vita a cui si sente di voler ridare senso.
Come psicoterapeuti proponiamo interventi il cui obiettivo è quello di avviare con i clienti un processo di riflessione in grado di recuperare e definire nuovi obiettivi, riconoscere e sviluppare risorse che possono essere spese nella vita di tutti i giorni.

Centro clinico come risorsa per il territorio

Il centro clinico si propone come una risorsa psicosociale e socioculturale per il territorio, quale luogo in cui poter offrire un sostegno alle famiglie, lavorare con i gruppi, svolgere dei laboratori terapeutici o di socializzazione. In tal senso Pomerium collabora con enti locali, servizi sociosanitari, ha diverse interlocuzioni con scuole, cooperative sociali ed associazioni che propongono iniziative sul territorio.

Centro clinico come contesto con rapporti con enti pubblici e privati

“Psicoterapia al Centro” è una iniziativa che, in accordo con i servizi pubblici invianti, può eventualmente offrire tariffe calmierate.

Si riceve su appuntamento tramite i seguenti riferimenti:

Dott. Nicola Lupo 380 / 79 58 237

Dott. Krisitian Avilloni 327 / 00 19 154

Via Ferentino 48, Roma (RM)

post

Formazione riconosciuta per gli insegnanti 2019/2020

Oggetto: presentazione del corso “Formazione alla competenza organizzativa

Chi siamo

Pomerium Onlus è un’associazione di psicosociologi, psicoterapeuti e progettisti che offre servizi socio-culturali di consulenza intervento, ricerca e sviluppo per migliorare la qualità della vita nei contesti sociali ed organizzativi come la scuola. L’Associazione Pomerium Onlus ha, infatti, progettato un percorso formativo a partire dalla necessità di supportare la collaborazione professionale tra i vari attori scolastici per la piena funzionalità dell’autonomia scolastica e l’acquisizione di modelli e metodologie di lettura dei problemi che s’incontrano nel lavoro efficaci e di qualità. Consideriamo la formazione una leva potente per la promozione della qualità organizzativa e professionale, ritenendo tutti i soggetti coinvolti nel processo di miglioramento dell’organizzazione alla quale appartengono. Tale proposta è da intendersi quale sviluppo del lavoro fatto con alcuni progetti svolti da Pomerium, come il progetto “100 percorsi a Centocelle” finanziato della Regione Lazio, il progetto europeo “Centocelle School of Wor(L)ds” oltre a numerose altre interlocuzioni con scuole dell’infanzia, primarie e secondarie italiane. 

Obiettivi del corso

La ‘competenza organizzativa’ è costrutto della psicosociologia. Possiamo intendere con questo la competenza a leggere l’emozionalità caratterizzante il contesto organizzativo in cui ci si trova e ad assumere una funzione utile al suo interno, tenendo conto delle risorse disponibili e della domanda dei clienti del servizio offerto (Carli, Paniccia, Salvatore, 1995). Il corso perseguirà nello specifico i seguenti obiettivi:

  • Sviluppare la competenza organizzativa dei docenti e facilitare i docenti a stare in modo competente entro i rapporti;
  • Supportare l’integrazione tra scuola, famiglie e territorio;
  • Potenziare l’integrazione dei percorsi didattici con le esperienze di vita degli studenti;
  • Acquisire modelli di lavoro di gruppo tra docenti (tutoring, mentoring, cooperative teaching, sostegno diffuso) e di utilizzo del gruppo classe;
  • Acquisire modelli d’integrazione, attraverso adattamenti reciproci e organizzati di volta in volta, tra docenti, studenti e l’organizzazione scolastica d’appartenenza.

Sviluppare la competenza organizzativa dei docenti e facilitare i docenti a stare in modo competente entro i rapporti;
Supportare l’integrazione tra scuola, famiglie e territorio;
Potenziare l’integrazione dei percorsi didattici con le esperienze di vita degli studenti;
Acquisire modelli di lavoro di gruppo tra docenti (tutoring, mentoring, cooperative teaching, sostegno diffuso) e di utilizzo del gruppo classe;
Acquisire modelli d’integrazione, attraverso adattamenti reciproci e organizzati di volta in volta, tra docenti, studenti e l’organizzazione scolastica d’appartenenza.

Sviluppare la competenza organizzativa dei docenti e facilitare i docenti a:

  • stare in modo competente entro i rapporti;
  • Supportare l’integrazione tra scuola, famiglie e territorio;
  • Potenziare l’integrazione dei percorsi didattici con le esperienze di vita degli studenti;
  • Acquisire modelli di lavoro di gruppo tra docenti (tutoring, mentoring, cooperative teaching, sostegno diffuso) e di utilizzo del gruppo classe;
  • Acquisire modelli d’integrazione, attraverso adattamenti reciproci e organizzati di volta in volta, tra docenti, studenti e l’organizzazione scolastica d’appartenenza.

Fasi del corso

Dal primo al quinto incontro il gruppo di lavoro dei partecipanti verrà messo in condizione di parlare delle proprie attese circa la formazione e costruire obiettivi utili e sensati entro l’esperienza di ognuno. Il corso di formazione, basandosi su una metodologia psicosociale, sarà organizzato in modo da permettere ai partecipanti di apprendere dall’esperienza. Attraverso l’utilizzo di specifici strumenti come focus group, lavoro di gruppo, role playing, esercitazioni, giochi analogici, monitoraggio delle competenze e supervisione dei casi portati dai docenti partecipanti, gli incontri saranno articolati in sessioni di lavoro in piccoli gruppi e sessioni plenarie di discussione.

1) Nella prima fase verrà individuata la domanda formativa degli insegnanti interessati al corso. Questa fase raccoglierà le idee e il punto di vista dei docenti circa il rapporto tra scuola, famiglie e territorio, con particolare attenzione ai problemi che pongono la disabilità, i bisogni educativi speciali e le culture a rischio di marginalità sociale.

2) Nella seconda fase si discuteranno i casi organizzativi esistenti nelle scuole, con l’intento di costruire un modello proprio di ogni scuola e di ogni insegnante per promuovere l’integrazione e la convivenza a scuola ed entro i gruppi classe.

3) L’ultimo incontro sarà dedicato ad una verifica conclusiva del processo formativo.

Destinatari

Il corso è rivolto a Dirigenti Scolastici; Docenti curricolari scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I grado e II grado, Docenti referenti, Docenti con funzioni strumentali, figure di supporto.

Modalità di partecipazione: Il corso ha una durata di 30 ore complessive, suddivisi in N.6 incontri di N.4 ore ciascuno, con frequenza bimensile. Qualora richiesto sarà possibile valutare una modalità di formazione intensiva. La frequenza necessaria è di almeno 22 ore. Sono ammessi al corso i Dirigenti scolastici, i Docenti scuola dell’Infanzia, i Docenti scuola primaria, i Docenti scuola secondaria di I grado, i Docenti scuola secondaria di II grado. Il corso avrà due sessioni, una per i mesi di ottobre – novembre – dicembre ed una seconda nei mesi di febbraio – marzo – aprile.

Direttore Responsabile: Giulia Marchetti

Relatori / Formatori / Facilitatori: Sara Manieri, Nicola Lupo, Kristian Avilloni, Felice Bisogni, Stefano Pirrotta

CONTATTI

coordinamento@pomeriumonlus.org – Tel. 3288180618 – tel. 3336666543

post

Servizi per le scuole

 

L’associazione Pomerium Onlus è un’associazione di psicologi, europrogettisti e psicoterapeuti con una pluriennale esperienza nelle scuole dell’infanzia, di primo e di secondo grado. Lavora nel campo della formazione degli insegnanti, la progettazione e il fundraising, la gestione di progetti e servizi finanziati da enti pubblici, la conduzione di ricerche/intervento per conoscere e supportare le esigenze di studenti famiglie e insegnanti.

 

QUALI SERVIZI PER QUALI PROBLEMI?

Le scuole pubbliche e private sono chiamate ad uno sforzo organizzativo complesso, in un periodo in cui la sfiducia per le istituzioni e per le scuole è ai minimi storici, in cui le scuola fanno fatica a porsi come istituzioni promotrici di una cultura dell’integrazione sociale. Per questi problemi proponiamo i seguenti servizi, attività, iniziative utili a promuove la convivenza tra alunni, famiglie e corpo insegnanti.

Formazione per il personale scolastico:

  • Tramite il corso denominato “Formazione alla competenza organizzativa: il gruppo classe come strumento di integrazione”, si propone uno spazio di riflessione articolato in sessioni di lavoro in piccoli gruppi e sessioni plenarie per sviluppare la competenza di dirigenti e insegnanti a promuovere la scuola quale contesto per l’integrazione sociale, supportare l’utilizzo del gruppo classe quale risorsa per l’integrazione, sviluppare percorsi didattici che tengano conto delle esperienze di vita degli studenti, potenziare e facilitare la sinergia tra scuola, famiglie e territorio. Il corso è valevole per la formazione continua del MIUR e si rivolge a dirigenti e docenti della scuola dell’Infanzia, primaria e secondaria.

Sostegno alle genitoralità e sportello psicologico:

  • In rapporto all’integrazione e al rischio di esclusione sociale connessi ai problemi della disabilità, la multiculturalità e il processo diagnostico, le famiglie vivono spesso con ambivalenza il rapporto con le scuole. Da una parte il desiderio di partecipare alla vita scolastica, dall’altra il rischio di sentirsi esclusi. Per questo si propone un sostegno individuale e di gruppo rivolto alle famiglie quale strumento di monitoraggio della qualità del rapporto tra scuola e famiglie, ma anche quale possibile modalità di progettazione di iniziative e strumenti di integrazione.

Laboratori e attività socioculturali:

  • In orario scolastico ed extrascolastico, l’associazione propone la possibilità di realizzare laboratori didattici per realizzazione video come documentari, cortometraggi, laboratori di foto, teatro, percorsi di valorizzazione storica e culturale del territorio, mappe emozionali archeologiche e urbanistiche del territorio circostante la scuola (un esempio di ciò è il progetto di musealizzazione partecipata: www.cittadiparole.it).

Attività di ricerca / intervento

  • per conosce la rappresentazione sociale, la domanda e le esigenze di insegnanti, famiglie e territorio in rapporto alla scuola (tramite strumenti psicosociali quali Interviste, questionari e focus group).

AEC e Assistenza Specialistica

  • Sviluppo organizzativo e consulenza per cooperative, scuole, reti di scuole ed enti territoriali che gestiscono i servizi quali Assistente Educativo Culturale, Assistente Specialistico.

Altri servizi:

  • Possibilità di organizzare servizi di dopo scuola o centri estivi.
post

Carta dei servizi per famiglie

L’associazione offre servizi per diverse problematiche, come invecchiamento, disabilità e difficoltà a scuola, offrendo servizi di psicoterapia, sostegno allo studio, attività culturali o di gruppo. Si tratta di servizi proposti da professionisti e costruiti insieme a voi.

CHI SIAMO?

Pomerium Onlus è un’associazione di psicologi e psicoterapeuti che lavora offrendo progetti e servizi di alto livello a scuole, famiglie ed enti locali. Attraverso un’ampia conoscenza dei problemi affrontati vuole fungere da supporto nei momenti di cambiamento, difficoltà o crisi di persone, gruppi o istituzioni.

PERCHE’ RIVOLGERSI A POMERIUM?

La prospettiva psicologica dell’associazione é utile nei servizi offerti per individuare risorse e criticità presenti, costruire progettualità, individuare modalità utili o innovative per trattare i problemi, o anche per organizzare strategie e gestione della cura propria o di persone care.

SERVIZI PER FAMIGLIE

Un ausilio per conciliare tempi di lavoro e tempi di vita

QUALI SERVIZI PER QUALI PROBLEMI?

  • Giovani

Pomerium propone un supporto ai giovani nel complesso rapporto con la famiglia, la scuola o l’università, intesi come i principali contesti di vita quotidiana entro cui vengono vissuti i problemi di convivenza può capitare di vivere situazioni problematiche. Tali servizi possono connotarsi come sostegno allo studio e lo sviluppo di competenze sociali e relazionali, con particolare attenzione a studenti con disturbi dell’apprendimento, bisogni educativi speciali o che necessitano di conciliare attività scolastiche, sportive e agonistiche. L’intervento può svolgersi in sede, domiciliarmente o fuori casa, a seconda dei problemi e degli obiettivi individuati.

  • Anziani

Il servizio intende sostenere le persone e le famiglie che affrontano le problematiche connesse all’invecchiamento come il pensionamento, la non-autosufficienza, le malattie croniche, la solitudine e la gestione del rapporto con badanti e personale sanitario. Pomerium offre, perciò, spazi per pensare e realizzare attività di incontro e socializzazione con altri, ma anche supporto e gestione delle attività quotidiane o della cura.

  • Disabili

L’associazione offre un ausilio alle famiglie nelle quali è presente la disabilità di uno o più dei suoi componenti. L’intervento è volto alla promozione di attività formative, laboratoriali e lavorative per disabili giovani o adulti, ma anche per la creazione di tempo libero per gli altri componenti della famiglia.

  • Consulenza psicologica e psicoterapia

Possono rivolgersi agli psicologi dell’associazione tutti coloro che vivono l’esigenza o il desiderio di ripensare su alcuni aspetti problematici della propria vita quotidiana, lavorativa, affettiva, familiare o di studio, per una consulenza psicologica o per intraprendere una psicoterapia.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO?

  • Incontri di conoscenza

I primi incontri sono utilizzati per definire obiettivi, tempi e modalità di lavoro. Si potrà così organizzare un progetto d’intervento in base alle necessità emerse.

  • Attività

Il servizio potrà avere luogo in sede, domiciliarmente o fuori casa, una o più volte a settimana, coinvolgere uno o più componenti della famiglia, a seconda dei problemi e degli obiettivi concordati.

  • Verifica

Sono inoltre previsti degli incontri di monitoraggio degli obiettivi, per discutere qualità e andamento del lavoro. Ciò consente di valorizzare gli sviluppi e di evidenziare criticità, per ridefinire eventualmente obiettivi e modalità di gestione del lavoro.

COME ACCEDERE AL SERVIZIO?

E’ possibile chiedere informazioni o un incontro di conoscenza telefonando ad uno dei numeri indicati di seguito, oppure inviando una mail a:

coordinamento@pomeriumonlus.org

Roma e Castelli Romani: 380/7958237

Salerno: 333/6666543

Terni e provincia: 328/8180618

www.pomeriumonlus.org

facebook.com/pomerium.onlus

Sede legale: Via Ferentino 48/A, 00172 Roma – C.F. 97765860586

Per maggiori informazioni sui servizi per famiglie può scaricare la brochure oppure la locandina.

brochure-servizi-alle-famiglie-pomerium-onlus-esterno       Brochure-Servizi-alle-famiglie-pomerium-onlus-interno

Locandina-servizi-famiglie-A3-pomerium-onlus

post

Progettazione e gestione

Pomerium Onlus collabora con imprese sociali, associazioni, scuole, enti pubblici o privati, famiglie, per favorire la progettazione, lo startup, la gestione di progetti, servizi o eventi culturali.

I progettisti dell’associazione Pomerium si propongono quali ausilio per organizzare le attività di persone, gruppo o istituzioni in funzione dei problemi con cui questi si confrontano, offrendo la propria competenza progettuale e la propria conoscenza di strumenti di finanziamento locali, nazionali e comunitari.